AIPD: SE NON ORA, QUANDO?

Rassegna Stampa e News su Scuola e Sindacato

AIPD: SE NON ORA, QUANDO?

Messaggiodi edscuola » 2 settembre 2011, 18:51

SE NON ORA, QUANDO?
NON ORA, QUANDO?

Cari soci, cari amici,
stiamo seguendo tutti con
trepidazione gli sviluppi, confusi e contradditori, della manovra
economica in discussione in questi giorni in Parlamento. Nella legge
111 e nel successivo decreto legge governativo n° 138 che la corregge,
sono contenute norme che costituiscono, direttamente e indirettamente,
un attacco inaudito alle condizioni di vita delle fasce più deboli
della popolazione italiana, in particolare delle persone con
disabilità.
Tutto questo in linea con le misure e il clima già
instaurato negli ultimi anni , con l’annientamento dei fondi per le
politiche sociali e la non autosufficienza, con la messa all’indice
delle persone con disabilità, peso per la società e covo di falsi
invalidi, con la negazione di fatto della questione sociale nel nostro
Paese.
I tagli dei fondi per gli enti locali, contenuti nella nuova
manovra e, in particolare, la delega al governo per la riforma fiscale
e assistenziale, saranno gli strumenti con la quale rastrellare le
risorse economiche per tenere a galla il nostro paese, penalizzando
proprio i più bisognosi e indifesi. Il mondo della disabilità, i
diritti e le agevolazioni conquistati, i livelli di assistenza già così
insufficienti e carenti in larga parte del paese , sono nel mirino di
una classe politica mediocre e arrogante che non ha certo l’ambizione
di passare alla storia per aver gettato le basi di un’Italia migliore.
Quell’Italia che invece oggi in Europa ha il primato per la
diseguaglianza sociale.
La FISH e la FAND, le federazioni che
raccolgono la gran parte delle associazioni di persone con disabilità,
hanno lanciato un grido di allarme e indetto uno stato di mobilitazione
nazionale per impedire il misfatto che si vuole compiere. Sono state
elaborate e presentate da FISH e FAND controproposte ed emendamenti
per cambiare la sostanza dei provvedimenti. Sono stati avviati contatti
con tutte le parti politiche per stimolare riflessioni e ripensamenti.

C’è bisogno ora che scendano in campo, anzi in piazza, i diretti
interessati, le persone con disabilità, le loro famiglie, le loro
associazioni a sostenere le proprie rivendicazioni, ad esprimere i
propri bisogni e diritti. Il tempo della delega, se mai è stato giusto,
non è certo questo. Dobbiamo renderci visibili, gridare la nostra
rabbia, argomentare le nostre ragioni, far conoscere le nostre
sofferenze, e anche le nostre speranze. In queste settimane si gioca la
partita decisiva in cui si decidono le sorti del presente e del futuro
di tutti noi, dei nostri cari. Vi chiamiamo ad essere presenti con l’
AIPD alle iniziative che la FISH e la FAND organizzeranno già dai
prossimi giorni. Presidi davanti alle sedi istituzionali, in prima
battuta davanti al Senato; manifestazioni di vario genere che si
riterranno utili per renderci visibili, cercando di studiare anche
forme nuove che garantiscano un impatto mediatico maggiore.
Vi terremo
costantemente informati, ma cercate voi tutti di responsabilizzarvi.
Consultate più spesso il sito nazionale dell’AIPD ( www.aipd.it ) e
della vostra sezione. Visitate anche il sito della FISH ( www.fishonlus.
it ). Solo una parte dei soci usa il computer e internet; pertanto
cercate di allargare l’informazione e la partecipazione usando i
recapiti telefonici che avete. Ai soci di Roma e del Lazio chiediamo
uno sforzo in più per rappresentare fisicamente in maniera
numericamente adeguata, negli appuntamenti di piazza , tutta la nostra
associazione.

Mario Berardi
Presidente AIPD Nazionale
edscuola
Site Admin
 
Messaggi: 19823
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 11:30

Torna a Educazione&Scuola© - Rassegna Sindacale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron