Coordinamento Scuole Elementari Roma: Presidio 31 maggio

Rassegna Stampa e News su Scuola e Sindacato

Coordinamento Scuole Elementari Roma: Presidio 31 maggio

Messaggiodi edscuola » 28 maggio 2011, 8:56

LE MOBILITAZIONI
E LE PROTESTE
CONTINUANO!
QUESTE LE PROMESSE RICEVUTE DAI
DIRIGENTI DEL MINISTERO
DELL’ISTRUZIONE :
“Non possono essere formate classi numerose (di 27/28 alunni);
le classi concesse a Tempo Pieno debbono funzionare con 2 insegnanti;
le classi con alunni diversamente abili non possono avere più di 20 alunni;
saranno assegnati gli insegnanti di sostegno necessari;
in organico di fatto verranno assegnati gli insegnanti specialisti di Inglese”.
AD OGGI NON ABBIAMO RICEVUTO ALCUNA COMUNICAZIONE
IN MERITO AL RIPRISTINO DELLE CLASSI E DEGLI INSEGNANTI “TAGLIATI”
DOBBIAMO TORNARE
SOTTO IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE
PIU’ DETERMINATI E NUMEROSI CHE MAI
PERCHE’ NON GLI PERMETTEREMO
DI DISTRUGGERE
LA SCUOLA PUBBLICA STATALE
MARTEDI’ 31 MAGGIO DALLE ORE 16
PRESIDIO
AL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE
A VIALE TRASTEVERE
indetto dal COORDINAMENTO SCUOLE ELEMENTARI DI ROMA
CONTINUIAMO A FARGLI SENTIRE IL FIATO SUL COLLO
NON LASCIAMOLI DA SOLI
A DECIDERE IL FUTURO DELLA NOSTRA SCUOLA
PARTECIPIAMO IN TANTI, BAMBINI/E, GENITORI, NONNI/E, INSEGNANTI E A.T.A.
ANCORA PIU’ RUMOROSI E COLORATI DELLE ALTRE VOLTE
Coordinamento Scuole Elementari di Roma
edscuola
Site Admin
 
Messaggi: 19823
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 11:30

ALLE NONNE E AI NONNI DEGLI ALUNNI

Messaggiodi edscuola » 28 maggio 2011, 8:56

ALLE NONNE E AI NONNI DEGLI ALUNNI
Tutti noi, nonni, abbiamo vissuto una straordinaria stagione di sviluppo positivo della scuola pubblica in Italia. Negli anni ‘60 e ’70 la scuola pubblica è cresciuta in quantità soprattutto in qualità:

la scuola media unica(1963),
la scuola materna statale(1969),
i primi asili nidi comunali(1969)
la scuola elementare a Tempo Pieno (1971)
La partecipazione democratica dei genitori negli organi Collegiali (1974)
l’abolizione delle classi speciali e delle classi differenziali (1977)
la scheda di valutazione con i giudizi articolati e discorsivi al posto di voti e pagelle
l’ingresso dei bambini portatori di handicap nelle classi normali
25 alunni massimo per classe (20 se in classe c’è un alunno portatore di handicap)

Una scuola ammirata in tutti i paesi evoluti, oggetto di studio ed imitazione in molti paesi, ma soprattutto una scuola amata dai bambini, dai genitori e dagli insegnanti. Noi tutti siamo stati partecipi di questo sviluppo e in molti casi siamo stati protagonisti delle iniziative e delle lotte che hanno portato a queste conquiste, come alunni, genitori o insegnanti di questo grande progresso civile del Paese.

ADESSO NON POSSIAMO ASSISTERE SILENZIOSI E IMPOTENTI AL SUO SMANTELLAMENTO E DEGRADO

 Il Tempo pieno tagliato in continuazione e ridotto ad un umile doposcuola e uno spezzatino orario di insegnanti che ruotano (163 posti in meno a Roma)

 L’insegnamento dell’inglese annullato che scombussola la vita delle classi (450 posti di docenti di inglese tagliati )

 I bambini portatori di handicap senza tutti gli insegnanti di sostegno cui avrebbero diritto

 Le classi affollate con 27/28 bambini

Non accettiamo che i nostri nipoti siano trattati come numeri, come pacchi postali con una educazione e istruzione sempre più approssimative e sciatte

PARTECIPIAMO TUTTI ALLA MANIFESTAZIONE
AL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE (Viale Trastevere)
MARTEDÌ 31 MAGGIO DALLE ORE 16 ALLE 20

IN DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA
DEI NOSTRI BAMBINI E DELLE GENERAZIONI FUTURE

per il Coordinamento Scuole Elementari di Roma
edscuola
Site Admin
 
Messaggi: 19823
Iscritto il: 3 ottobre 2007, 11:30


Torna a Educazione&Scuola© - Rassegna Sindacale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron